La Samsung negli ultimi tempi sembra aver preso una certa cura per i propri Smartphone. Molti dei modelli usciti sul mercato durante il 2021 hanno ottenuto un ulteriore beneficio di avere accesso a ben quattro anni di garanzia sugli aggiornamenti, aumentando così esponenzialmente la quantità di modelli che riceveranno Android 12 e potenzialmente Android 13. Ma vediamo di analizzare l’esistenza del sistema operativo in arrivo. Quali sono i prodotti Samsung che riceveranno questa versione?

Serie Galaxy S – la più famosa della Samsung, nonché la più equipaggiata. A sorpresa anche alcuni dei modelli più vecchi riceveranno una buona rivisitazione con relativo aggiornamento: i modelli S10, S20 ed S21 otterranno Android 12. Questo include anche le varianti, come Plus o Ultra.

Serie Galaxy A – per quel che riguarda la serie mid-range della casa, non mancano le sorprese. I modelli A01, A02, A03, A11, A12, A21, A22, A31, A32, A41, A51, A52, A71, A72 e A90 riceveranno l’aggiornamento ad Android 12. Questo include alcune varianti, come i modelli 5G o S.

Serie Galaxy Note – anche se un po’ ignorata dalla Samsung negli ultimi tempi, non si può ignorare che anche questa serie riceverà i suoi dovuti aggiornamenti. Sia il Note 10 che il Note 20 riceverà Android 12, così come alcune delle varianti più conosciute.

Serie Galaxy M – anche la serie economica merita un po’ d’attenzione, e la Samsung approva. I modelli M02, M12, M21, M22, M31, M32, M42, M51, M52 e M62 riceveranno l’aggiornamento ad Android 12. Questo include naturalmente alcune varianti, come la versione 5G e Prime.

Serie XCover – poco conosciuta in Italia, ma comunque conosciuta nel resto del mondo per la sua alta resistenza. Sia il modello 5 che il modello Pro riceveranno l’aggiornamento ad Android 12.

Serie Galaxy Tab – e non mancano infine nemmeno i Tablet della Samsung, il quale ha ormai preso una buona fetta di mercato per le sue numerose caratteristiche particolari. I modelli S6 ed S7 riceveranno gli aggiornamenti, senza mancare il modello A7 ed Active 3.

E questo perciò è tutto. Ovviamente questo è solo l’inizio. Gli aggiornamenti verranno distribuiti lungo tutto l’anno e, alla fine dei conti, può anche darsi che altri modelli verranno aggiunti nel frattempo.