Oggi ti spieghiamo la procedura completa su come creare una newsletter gratuita. Pronto a scoprire come fare?

Come creare una newsletter gratuita

Stai pensando di creare una newsletter per comunicare le ultime notizie dal tuo marchio aziendale o blog? Una newsletter è un bollettino di informazioni digitali che viene inviato periodicamente via mail a un elenco di abbonati per acquisire nuovi clienti o follower, mantenere relazioni con quelli esistenti e aumentare il traffico di un sito Web . Voglio sapere di più? In questo articolo, ti guideremo attraverso tutti i passaggi della creazione di una newsletter gratuita e ti forniremo alcuni consigli pratici per l’implementazione di una campagna di email marketing.

Newsletter ed e-mail marketing

L’invio di newsletter in blocco via e – mail consente di raggiungere rapidamente il pubblico di destinazione. L’ obiettivo della strategia di email marketing è la chiave per creare e progettare non solo il layout della newsletter, ma anche il suo contenuto all’interno. Le newsletter possono avere molteplici scopi diversi che vanno dalla fidelizzazione dei clienti, alla comunicazione di notizie, al lancio di prodotti o servizi della tua azienda, alla modifica dell’immagine del marchio, al miglioramento e alla personalizzazione del dialogo con i tuoi clienti.

L’invio di newsletter è istantaneo e circa l’80% delle risposte dei clienti viene effettuato entro 48 ore dall’invio. In generale, gli utenti di Internet sono più ricettivi a questo canale di distribuzione, poiché danno il loro consenso a ricevere queste e-mail. L’impatto è immediatamente misurabile grazie a statistiche online prontamente disponibili. L’effetto virale favorisce le campagne di email marketing in quanto alcuni utenti di Internet inoltrano queste e-mail commerciali.

Come creare una newsletter

Scegli un servizio di posta

La distribuzione di una newsletter utilizzando un classico server di posta elettronica non è pratica in quanto la maggior parte ha piccoli limiti di un numero massimo di destinatari l’ora. Questo è inutile se il numero di abbonati è considerevole quindi, è meglio usare un servizio di mailing o e-mail di massa.

Per iniziare, puoi scegliere tra le soluzioni gratuite di questi provider:

  • SendinBlue , Mailjet , Sendpulse ;
  • Mailrelay ; Benckmark -che include un autorisponditore-;
  • Mailchimp (con alcune opzioni di automazione).

Ogni fornitore offre diversi piani gratuiti diversi che variano in base al numero di abbonati e mail al giorno o al mese; devi solo scegliere quello più adatto alle tue esigenze. Il processo in ciascuno è sostanzialmente lo stesso: creare un account, importare l’elenco dei contatti, creare la newsletter e inviarlo.

È buona norma inviare un’e-mail di benvenuto agli utenti appena iscritti per confermare la loro iscrizione. Ciò è reso semplice grazie a un autorisponditore o una segreteria telefonica, che consente di pianificare e inviare e-mail automatizzate (come messaggi di benvenuto, promozioni o auguri di compleanno). Mentre molti degli strumenti di e-mail sopra menzionati includono autorisponditori, questa funzione va oltre una campagna e cerca di creare una stretta relazione con il cliente. Al giorno d’oggi ci sono soluzioni specializzate con piani gratuiti come CleverReach o piani di pagamento minimi come SG Auto-répondeur , GetResponse o Aweber .

Crea il modello di newsletter

Molti servizi offrono modelli pronti all’uso in cui tutto ciò che devi fare è inserire il logo del tuo marchio e compilare il contenuto. Se il modello sembra troppo semplice, puoi progettare qualcosa di più sofisticato con l’aiuto di strumenti semplici e gratuiti come Canva o persino software di sviluppo web e editor HTML. NVU e Adobe Dreamweaver CC sono alcune buone opzioni che possiamo consigliare.

Nota: ricorda di incollare il testo nell’editor HTML da un editor di testo, ad esempio Blocco note, per evitare di copiare formati che non corrispondono al design.

Scegli un soggetto breve e un fornitore

Usa da 3 a 7 parole al massimo. È essenziale riflettere il contenuto della newsletter nella casella dell’oggetto. Ad esempio: “10 consigli per aumentare la produttività”, “Buono sconto del 40%”, ecc. Tieni presente che queste sono le prime informazioni lette dal destinatario e, se non attirano la loro attenzione, possono eliminare la tua email senza leggendolo e classificandolo come spam o annullando la loro iscrizione.

Il contenuto: la chiave per una newsletter di successo

A causa della grande quantità di e-mail con informazioni pubblicitarie ricevute quotidianamente da un utente medio, l’attenzione prestata a una newsletter è generalmente molto limitata. Per generare consapevolezza del marchio, includere il logo dell’azienda e preparare il contenuto in base al pubblico:

Invece di un testo esauriente, prepara brevi e interessanti testi per una lettura rapida e piacevole. Crea un equilibrio tra testo e immagini di qualità -puoi anche includere gif per ravvivare la tua newsletter, a seconda del tuo pubblico di destinazione (massimo 1 MB in modo che non richiedano troppo tempo per caricarsi e siano di alta qualità). Metti in evidenza i tuoi prodotti o servizi, un nuovo articolo nel tuo blog, notizie, promozioni o suggerimenti e trucchi relativi al tuo settore. Evita qualsiasi termine frequentemente utilizzato dagli spammer.

invia la newsletter

La newsletter deve essere inviata ai tuoi follower (se hai un blog) o ai clienti attuali e potenziali, nonché ai tuoi partner. Sul tuo sito web, aggiungi la categoria “Iscriviti alla newsletter”, dove gli utenti di Internet possono lasciare la loro email.

newsletter gratuita

obblighi

Affinché la tua campagna di email marketing non venga considerata come spam e per evitare di dare un’immagine negativa del tuo marchio o della tua azienda, devi tenere conto di quanto segue:

Non inviare la newsletter a persone che non hanno dato il consenso prima di riceverla. Gli utenti dovrebbero essere in grado di annullare l’iscrizione in qualsiasi momento. Sei obbligato a includere un link nella tua newsletter (di solito nella parte inferiore dell’e-mail), che consente agli utenti di annullare l’iscrizione. Il mittente dell’e-mail deve essere chiaramente identificabile.

Segui una campagna di email marketing

Alcuni fornitori di servizi postali, come MailChimp, offrono l’accesso ad alcune statistiche gratuitamente al fine di misurare i risultati. Questo monitoraggio ti consente di analizzare il successo dei contenuti, come un tipo di offerta, e di trovare punti di miglioramento per aumentare il ritorno sull’investimento delle tue prossime campagne di email marketing.

Metrica:

  • Tasso di ricezione (invio / rifiuto)
    Tasso di apertura
    Percentuale di clic
    Tasso di visite generate sul tuo sito web
    Tasso di azione post clic: registrazione, download, moduli completati sul tuo sito web
    Tassa di cancellazione dell’abbonamento

Mantieni aggiornato l’elenco degli abbonati

Molti servizi di posta offrono funzioni di aggiornamento del database degli abbonati. Assicurati di rimuovere gli indirizzi non validi e di annullare gli abbonamenti alla posta che causano il rimbalzo della posta. Esistono diversi vantaggi nel fare ciò, inclusi tassi di apertura migliori per le campagne future, meno rischi di essere considerati spammer e minori possibilità di essere bloccati dai fornitori di servizi di posta elettronica.

È anche importante separare questi elenchi in base a vari criteri (geografici, socio-demografici, attuali e potenziali clienti, ad esempio), che ti aiuteranno a migliorare l’efficacia delle tue newsletter.

Per qualsiasi dubbio scriveteci.

Consigliamo anche: Come aggiungere un allegato in Gmail per iPhone