Gli strumenti per effettuare il Root sono numerosi al giorno d’oggi. Fra questi possiamo trovare Magisk, un app che ha salvato non poche “vittime” dalla funzione SafetyNet di Google. Quel di cui stiamo parlando, per la precisione, è il controllo integrato nelle apps che rileva se il Root è attivo in Android. Con questa protezione attiva, se le Apps rilevano che Android è modificato, non partono o si chiudono dopo qualche minuto. Un bel fastidio, se un utente usa il Root per quelle poche modifiche sparse.

Magisk può però usare una modalità di Root particolare che blocca questa rilevazione, ovvero lo Stealth Root, così da prevenire ogni crash fatto apposta per questo.

Come possiamo installare Magisk?

Uno dei modi è attraverso TWRP, la recovery che sicuramente avete già piazzato per l’interesse del vostro Root. Ecco tutti i passaggi necessari:

Download Magisk

Prima di tutto, vi consigliamo di rimuovere il Root già presente nel sistema. Magisk funziona in maniera autonoma ed effettua un Root tutto suo. Rimuovete quindi sistemi come SuperSU. Se non avete ancora TWRP, potete provare a controllare se il vostro dispositivo è compatibile da qui (https://twrp.me/Devices/).

Cominciate con l’installazione del Manager di Magisk (https://www.apkmirror.com/apk/topjohnwu/magisk-manager/). Ricordatevi d’attivare l’installazione di fonti (o origini) sconosciute. Eventualmente potete comunque autorizzare, seppur temporaneamente, l’installazione dell’App.

Una volta aperto il Manager, evitate l’installazione diretta. Cercate di scaricare piuttosto solo il file ZIP che contiene il Root del programma. Una volta che avete scaricato lo ZIP, riavviate il cellulare in Recovery (ogni smartphone ha il suo modo preciso) e selezionate l’opzione d’installazione. Selezionate la ZIP che avete scaricato. Alla fine dell’installazione, riavviate lo Smartphone.

A seguito di tutto ciò, avviate il Manager di Magisk e selezionate l’opzione di verifica Root e SafetyNet. Uno serve per controllare se il cellulare è effettivamente Rootato, l’altro serve per sincerarsi che SafetyNet non rileva il telefonino come modificato. Se tutti i check escono verdi, siete pronti per tornare ad installare ed avviare quel che vi sembra più adeguato!