Ormai il mercato è ben saturo di console “Classic” che potete comprare in qualsiasi momento, ma non tutte sono davvero perfette. Molte sono legate solamente ai giochi che vengono rappresentati nella scatola, e anche se la modifica è possibile, è comunque inutilmente complicata e limitata. Non possiamo creare il nostro NES (o SNES) Classic Mini? In un certo senso, si può!

In questa guida vi diremo cosa dovete procurarvi per iniziare al costruzione della vostra console Classic. Ecco qualche buon esempio:

Raspberry. Non c’è niente di meglio come base per il cuore della nostra macchina, vista la potenza più che adeguata della scheda per emulare giochi complicati e non. L’ultimo modello disponibile è la 4B (https://www.amazon.it/RASPBERRY-PI-ARM-Cortex-A72-Bluetooth-Micro-HDMI/dp/B07TC2BK1X) ma anche la 3B non guasta. Consigliamo l’ultimo modello solo se avete in mente di emulare giochi più complessi (Playstation, Sega Saturn, ect).

Una scheda MicroSD capiente. Qui vi diamo più libero arbitrio, in quanto le dimensioni vanno basandosi principalmente sulle vostre necessità d’emulazione. Se dovete rimanere sul piccolo, basta una SanDisk Ultra (https://www.amazon.it/SanDisk-MicroSDHC-Adattatore-Performance-Velocit%C3%A0/dp/B073JWXGNT) per accomodare sistema operativo, giochi e programmi.

Qualche accessorio miscellaneo: un alimentatore USB (5V / 2.5A minimo), una tastiera/mouse USB ed un buon cavetto HDMI. Tenete presente che il Raspberry ha una connessione Wifi, quindi non è necessario cercare di portare un cavo di rete fin dove ritenete sia necessario.

Procuratevi un Case con dissipatore e (nel caso) la ventola. Questo è non solo necessario esteticamente, ma anche per raffreddare il Raspberry durante le lunghe sessioni di gioco. Un case può raccogliere meglio questi aspetti visto che rende il passaggio dell’aria più adeguato. GeeekPi può fornire non solo un buon case (https://www.amazon.it/GeeekPi-Retroflag-Controller-Raspberry-Dissipatore/dp/B07HF7P3KM), ma anche un set di Joypad, una ventola ed un paio di dissipatori. Il case viene a forma di Super Nintendo, ma in fondo non è l’unico case esistente sul mercato. Ricordatevi però sempre gli aspetti chiave: ventola, dissipatore, e un buon case resistente.

E per quel che riguarda il Software?

Chiaramente, nulla di meglio è possibile trovare se non RetroPie (https://retropie.org.uk/) il quale può fornire una soluzione unica di numerosi emulatori da avviare con il semplice tocco del nostro Controller.