Continuando con gli operatori molto speciali. Il comando pipe è unica perché mentre gli operatori come >> consentono di memorizzare l’output di un comando, questo comando |  ti permette di prendere l’output di un comando e usarlo come input per un secondo comando.Ad esempio, posso usare cat del file testo.txt per ottenere l’output di un file e reindirizzarlo in grep per cercare una stringa specifica come di seguito con “mem”.

L’operatore funziona in modo molto simile a &&, tuttavia non è necessario che il primo comando venga eseguito correttamente. Questo significa che puoi fare il comando invlaido e vedere ancora il secondo comando ls funzionare.

chmod ti consente di impostare le diverse autorizzazioni per un file e controllare chi può leggerlo. La sintassi di questo comando è in genere chmod <file> <permissi>. La parte interessante è come vengono impostate le autorizzazioni. Sono impostati utilizzando un numero di tre cifre, in cui ogni cifra controlla un’autorizzazione specifica, il che significa che la prima cifra controlla le autorizzazioni per un utente, la seconda cifra controlla l’autorizzazione per un gruppo, la terza cifra controlla le autorizzazioni per tutti coloro che non fanno parte dell’utente o del gruppo. Ora il valore delle cifre controlla se possono leggerlo, scriverlo o eseguirlo o eseguirli tutti e tre, per calcolarlo correttamente è necessario eseguire alcune operazioni matematiche o vai online cercando chmod calculator https://chmod-calculator.com/

  • numero – Significato
    1 Quel file può essere eseguito
    2 È possibile scrivere quel file
    3 Quel file può essere eseguito e scritto
    4 Quel file può essere letto
    5 Quel file può essere letto ed eseguito
    6 Quel file può essere scritto e letto
    7 Quel file può essere letto, scritto ed eseguito

Il modo in cui vengono calcolati questi valori è questo. La cifra 1 indica che il file può essere eseguito, la cifra 2 indica che può essere scritto e la cifra 4 indica che può essere letta. Ottieni le diverse autorizzazioni aggiungendo queste cifre insieme. Ad esempio 1 + 2 è 3, il che significa che il file può essere eseguito e scritto. Ora vediamo come funziona tutto in prospettiva shell.

  • chmod 341
    Il file può essere eseguito e scritto dall’utente proprietario del file
  • Il file può essere letto dal gruppo proprietario del file
  • Il file può essere eseguito da tutti gli altri.
  • chmod 777
    Il file può essere letto, scritto ed eseguito dall’utente proprietario del file
  • Il file può essere letto, scritto ed eseguito dal gruppo proprietario del file
  • Il file può essere letto, scritto ed eseguito da chiunque altro
  • chmod 455
    Il file può essere letto dall’utente proprietario del file
  • Il file può essere letto ed eseguito dal gruppo proprietario del file
  • Il file può essere letto ed eseguito da chiunque altro

Ricorda che le autorizzazioni per i file sono divise in tre sezioni, utente e gruppo e tutti gli altri. Lo stesso vale qui; tuttavia, tutto parte dal secondo trattino non dal primo, quindi per ora possiamo semplicemente dimenticare il primo trattino. Si noti che tutto è in ordine sequenziale, quindi i primi tre caratteri controllano le autorizzazioni per l’utente, i secondi tre caratteri controllano le autorizzazioni per il gruppo e gli ultimi tre caratteri controllano le autorizzazioni per tutti gli altri.

(Ricorda. U = utente, G = gruppo, E = tutti gli altri)

rw significa “leggi e scrivi”, il che significa che l’utente ha permessi di scrittura sul file. Seguendo questa logica, ciò significa che i membri del gruppo e tutti gli altri hanno solo lettura. Per convertirlo in numeri, le autorizzazioni per quel file in forma numerica sono 644.